Laboratori, centri estivi, yoga e raccolta di erbe a Goriano Valli

Sotto al Sirente il magico atelier di Barbara Saturni

In un piccolo borgo sotto al Sirente, in Abruzzo, abbiamo incontrato un clown. Siamo a Goriano Valli, frazione di Tione degli Abruzzi. Qui Barbara Saturni ha deciso di aprire uno spazio magico, la casa laboratorio Atelier della Creatività. Una porticina celeste ti apre un mondo di marionette e burattini fatti a mano, magia e giocoleria. Un luogo fatato per i piccoli che fa sognare anche gli adulti.

“La scommessa di un paesino come Goriano Valli è perché è il paese dove sono nata e che voglio fare conoscere”, racconta Barbara Saturni, attrice e performer con una lunga formazione sulla figura del clown. “Tutto nacque per passione e per volontariato – spiega Barbara – quando da ragazzina con l’associazione Brucaliffo andavo a fare il clown in corsia all’ospedale dell’Aquila. Da lì ho fatto studi e formazione”.

Sotto al Sirente la casa laboratorio Aterlier della creatività
L’atelier della creatività nasce a Goriano Valli, frazione di Tione degli Abruzzi, nel parco regionale Sirente Velino

All’interno dell’atelier c’è la sede dell’associazione culturale Il bosco del fauno, nata nel 2015 in questo piccolo borgo ai piedi del Sirente. “Nasce dal bisogno di diffondere l’amore per il teatro, la natura, la musica e l’arte in generale. Unendo diverse professionalità in ambito artistico con un particolare riguardo ai bambini. Lo scopo dell’associazione è la formazione e la ricerca nel teatro di figura e dei ragazzi e del clown. Attraverso varie attività vogliamo far conoscere anche il teatro in natura per avvicinare bambini e adulti al rispetto dell’ambiente. Siamo infatti nel bellissimo parco regionale del Sirente Velino. Ecco perché lo facciamo in questo piccolo borgo perché è ancora un luogo incontaminato”, ci racconta Barbara.

Cosa si crea in questo spazio magico?

Nella casa laboratorio Atelier della creatività si svolgono con i bambini laboratori creativi e ludici, dalla costruzione di burattini utilizzando materiali di riciclo e di recupero. Barbara realizza anche con la macchina da cucire i vestiti per gli spettacoli delle marionette, che fa a mano con la pasta di legno. Oppure ha realizzato altri pupazzi in stile Puppet, sempre tutto a mano. Poi ci sono i personaggi delle ombre cinesi. E addirittura il teatrino delle marionette è stato fatto tutto a mano, in legno, insieme all’aiuto del papà, durante il periodo di chiusura per il Covid-19. Questo laboratorio è davvero uno scrigno di creatività: pieno di colori, stoffe, progetti, materiali naturali. Tutto è arredato con fascino vintage ed amore. E poi l’atelier ha un giardino all’esterno e in questo periodo di distanze torna ancora più utile.

Il bosco del fauno organizza anche spettacoli nelle piazze e nelle scuole dei vari Comuni. Spettacoli itineranti nei borghi e nei boschi “dove raccontiamo la figura di Pollicino ed altre fiabe con musica, marionette e narrazione. Poi abbiamo un repertorio sulla figura del clown, con la giocoleria e le bolle di sapone per creare una magia”, spiega Barbara. Altre attività sono lezioni di yoga con un’insegnante dell’associazione, Simonetta Caruso Puglielli. E’ nato da un po’ di tempo anche il progetto Sentieri di erbe vagabonde in collaborazione con l’erborista Anna Lisa Cantelmi, per far conoscere il territorio attraverso le erbe autoctone.

Adesso nell’Atelier della Creatività cominciano anche le lezioni di inglese, sia per adulti sia per bambini, con Silvia Cercarelli.

Durante l’inverno c’è una rassegna che si chiama Radici di bosco con laboratori e spettacoli dove lavoriamo anche con associazioni e artisti che vengono da fuori per creare una collaborazione ed una continuità.

Il campo estivo per bambini e ragazzi

C’è poi, per i bambini e bambine dai 6 ai 15 anni, il campo estivo in natura che si chiama Intrecci a piccole mani: si può partecipare settimanalmente o per un solo giorno. Un campo estivo itinerante per far conoscere le attività e i comuni della valle dell’Aterno e della valle Subequana. C’è la visita al mulino di Antonio Cercarelli, la giornata presso l’azienda vitivinicola Vigna di More di Adriana Tronca, l’esperienza con gli asinelli di Saskia Steigleder.

Il sogno di Barbara di creare una residenza-campus a Goriano Valli

Il sogno di Barbara Saturni è quello di avere una sede più grande e adatta ad ospitare una settimana di campus estivo per ragazzi che possono restare anche a dormire. “C’è un progetto con il Comune di Tione degli Abruzzi, che su questo è molto attento”, spiega Barbara. Certamente realizzare una residenza per bambini e ragazzi è un progetto a vantaggio di tutta la comunità. Anche perché Barbara ci tiene a restare a Goriano Valli, un borgo che vuole far rivivere con tutta la sua carica di positività.

La casa atelier della creatività al momento è aperta in determinati periodi dell’anno. Consultate il calendario sulla pagina Facebook Il bosco del fauno oppure scrivete all’indirizzo email ilboscodelfauno@libero.it o chiamate il numero 3897845232.

Enrica Di Battista
Abruzzo Travel and Food

Print Friendly, PDF & Email