L'Abruzzo e le sue grotte: qui le grotte di Stiffe

Stalattiti, stalagmiti e maestose cascate

Un percorso naturalistico da non perdere in Abruzzo è quello delle Grotte di Stiffe, a 15 chilometri da L’Aquila, nel Comune di San Demetrio Nei Vestini: con una visita guidata è possibile seguire il corso di un fiume sotterraneo che scava da millenni la roccia formando, attraverso lo stillicidio, stalattiti e stalagmiti dalle forme fantastiche. Si resterà inoltre ammirati nel trovarsi di fronte il precipitare dell’acqua da cascate di trenta metri.

   Queste grotte sono uniche in Italia, in quanto si tratta di una “risorgenza attiva”,  ossia un punto in cui un fiume torna in superficie dopo un percorso sotto terra. In questo caso il Rio Gamberale nasce nell’Altopiano delle Rocche per percorrere un lungo tratto sotterraneo e poi scendere con una grande potenza a Stiffe.

La visita alle grotte di Stiffe stupirà adulti e bambini

   La visita guidata nelle grotte di Stiffe dura circa un’ora e si snoda attraverso un percorso lungo 700 metri all’andata e altrettanti al ritorno. Una guida speleologica spiega a grandi e piccini la storia e i vari fenomeni carsici all’origine delle strane concrezioni e conduce in sicurezza attraverso le varie “sale”. Si passa così dalla Sala del Silenzio, dove il fiume diventa appunto silenzioso perché devia il suo percorso, alla Sala delle Concrezioni, dove poter ammirare stalattiti e stalagmiti dalle forme stravaganti. C’è poi la spettacolare Sala della Cascata, quella del Lago Nero, detto così per i colori delle rocce, fino all’ultima sorpresa: una cascata davvero maestosa, spettacolare e potente.

Agli inizi del ‘900 presso le Grotte di Stiffe era stata costruita una centrale idroelettrica, distrutta durante la seconda guerra mondiale.

Le Grotte di Stiffe si possono visitare tutto l’anno perché la temperatura interna è costante a dieci gradi centigradi. Solo in casi di piena eccezionale del fiume le grotte possono essere chiuse. Il percorso è sempre in sicurezza lungo passerelle o scale in cemento. E’ consigliabile indossare scarpe antiscivolo e abbigliamento comodo e coprente contro l’umidità. La visita è ideale per i bambini che potranno cominciare a comprendere i fenomeni carsici.

Il sito delle grotte http://www.visitsandemetrio.it/visitare/grotte-di-stiffe/

Il lago Sinizzo, una cartolina amata dai fotografi

   Nello stesso Comune di San Demetrio, a pochi chilometri, vale la pena visitare il Lago Sinizzo, un piccolo specchio d’acqua di origine carsica che aveva subito danni alle sue sponde dopo il terremoto e che dopo alcuni lavori è tornato al suo splendore naturalistico. Ha una forma circolare e un diametro di circa 120 metri e una profondità massima di 10 metri. E’ di color smeraldo, circondato da boschi di querce sulle colline circostanti e da salici e altri alberi intorno alla riva. E’ una meta ideale per osservare gli uccelli (birdwatching) o gli insetti (le libellule, ad esempio), fare una passeggiata rilassante, una gita in bicicletta, un picnic. E’ anche una meta ideale per scattare fotografie in tutte le stagioni, con i colori della natura che cambiano.

L’Oasi del capriolo a Fontecchio

L'oasi del capriolo a Fontecchio
Un bimbo osserva un palco di cervo all'interno dell'oasi del capriolo a Fontecchio. Credit: abruzzotravelandfood

A pochi chilometri dalle grotte e dal lago si trova Fontecchio, che è nella lista dei borghi più belli d’Italia e si trova nel Parco regionale del Sirente Velino: quindi lo scenario paesaggistico è incantevole. Non può mancare un giro nel paesino e una sosta davanti ad una fontana trecentesca che è un gioiello. Specialmente se avete bambini non perdete l’Oasi del capriolo, in un’ex conceria medievale. I bambini, e i loro genitori, apprenderanno sul campo molte cose sugli animali selvatici. Ad esempio, come distinguere il palco dalle corna, la differenza tra la cacca dell’orso e quella del lupo o quella tra la tartaruga femmina e il maschio. Nell’oasi oltre alle visite guidate spesso vengono organizzati anche laboratori, sia per i singoli visitatori sia per le scolaresche. All’interno sono presenti caprioli, gufi, rapaci, tartarughe. E’ a disposizione anche un’area pic nic.

Per informazioni e contatti ecco il link

Print Friendly, PDF & Email