La lupa salvata sabato dopo essere caduta in fondo a un pozzo, a Roccaraso (L’Aquila), sta bene, talmente bene da riuscire a fuggire, tranciando con i denti i fili da sei millimetri del recinto elettrificato dove era stata messa per essere curata.

La lupa, di circa 5 anni, era finita all’interno di una neviera alla periferia di Roccaraso e quindi trasportata nelle strutture del Parco nazionale d’Abruzzo (Pnalm) a Pescasseroli.

Domenica mattina, dalla gabbia in cui era stata ricoverata per la notte la lupa è stata portata in un recinto ampio e spazioso per ridurre lo stress.

Lunedì sarebbe stata liberata ma la mattina la sorprendente scoperta: la lupa era fuggita. Nonostante le ricerche accurate da parte di tecnici e guardiaparco, nei due giorni dalla fuga, della lupa nessuna traccia, è riuscita a riconquistare da sola la piena libertà!

Print Friendly, PDF & Email