DOLCE TIPICO DEL CARNEVALE IN ABRUZZO

La cicerchiata è un dolce tipico in Abruzzo durante il Carnevale: un dolce simile agli struffoli napoletani ma con alcune importanti differenze. Soprattutto le palline da friggere per la cicerchiata abruzzese devono essere piccole come una cicerchia appunto, di qui il nome.

La cicerchia è un legume molto diffuso in Abruzzo.

Ma veniamo alla semplicissima ricetta della cicerchiata abruzzese:

 

Ingredienti per le palline:

300 grammi di farina di tipo 2;
30 grammi di burro ammorbidito;
30 grammi di zucchero, anche meno;
2 uova intere;
vino bianco secco q.b;
scorza di un’arancia biologica grattugiata;
olio di oliva per friggere.

Per la copertura al miele:
200 grammi di miele biologico;
mandorle;
confettini colorati.

Preparazione della cicerchiata abruzzese:
Sul piano di marmo o sulla spianatoia (o in una ciotola) versare la farina, le uova, il burro ammorbidito in precedenza, lo zucchero, la scorza d’arancia grattugiata e cominciare a impastare. Aggiungere poco vino bianco secco (mezzo bicchiere o poco più, quel tanto che consentirà di ottenere un impasto liscio e omogeneo). Dividerlo a pezzi e ottenere dei serpentelli da cui ricavare delle palline piccole, della grandezza di una cicerchia (o di un cece), il legume tipico in Abruzzo. Una volta formate tutte le palline dandogli la forma con le mani, friggerle in abbondante olio caldo fino a doratura. Metterle a scolare su carta assorbente.

In un tegame mettere il miele a fuoco basso e poi aggiungere le palline di pasta, amalgamarle al miele. Togliere dal fuoco e sistemare le palline su un bel piatto colorato, dandogli la forma della ciambella (questa è l’usanza tipica abruzzese). Oppure in piccoli pirottini monoporzioni. Aggiungere sopra delle mandorle e i confettini.

Leggi le altre ricette tipiche abruzzesi

Print Friendly, PDF & Email