SAN GIOVANNI IN VENERE, UN PUNTO DI VISTA PRIVILEGIATO

L'abbazia di Fossacesia

Fossacesia è una perla lungo la nota Costa dei Trabocchi, famosa per l’antica abbazia che si affaccia dall’alto di uno sperone tufaceo sul mare Adriatico tra Ortona e Vasto.Particolari dell'abbazia di Fossacesia

Si chiama in realtà Abbazia di “San Giovanni in Venere”. Essa dimostra che le più belle località dell’Abruzzo, e dell’Italia in generale, erano già conosciute in epoca classica e forse da tempo immemorabile. Qui sorgeva infatti un tempio dedicato a Venere Conciliatrice.

    E questa collocazione privilegiata deve aver certamente contribuito a farne un luogo di culto frequentato nei secoli senza soluzione di continuità. Si ebbe sono un periodo di abbandono verso la fine del ‘700.

   Nella visita non si ammira solo il panorama unico ma le architetture degli esterni e degli interni. Suggestiva la cripta così come i numerosi affreschi nonché il chiostro di impronta medievale che fa da cornice a un curato e ampio giardino.

     I documenti esistenti testimoniano che nel IX secolo la zona fu colonizzata e coltivata dai monaci di Farfa. L’abbazia vera e propria venne fondata nel 1004 da Trasmondo II conte di Chieti. Nel periodo successivo subì alcune distruzioni. Fu  quindi riparata (in pratica quasi ricostruita) dall’abate Odorisio II (1155-1204) il cui monumento funebre fu collocato nelle mura della chiesa, dove si trova tuttora.

Le incursioni dei saraceni a Fossacesia

      Nel XVI secolo l’abbazia fu danneggiata dai saraceni, che fecero ripetute incursioni lungo la costa. Per questo il luogo sacro fu collegato a un punto di difesa, il villaggio di Rocca San Giovanni, a poca distanza da Fossacesia, edificato proprio a guardia dell’abbazia. Alcune gallerie, in parte esistenti, fanno pensare che vi fosse un percorso sotterraneo di parecchi chilometri. Probabilmente dall’abbazia portava direttamente alla Rocca nei momenti di pericolo per la comunità monastica.

Nel 1585 fu affidata da Papa Sisto V all’Oratorio di Santa Maria di Vallicella in Roma. Nel XVII secolo passò sotto la giurisdizione feudale della famiglia de Rubeis. Però alla fine del Settecento risultava essere Terra demaniale ossia non sottoposta ad alcun feudatario ma sotto diretta amministrazione regia. Verso la metà dell’Ottocento comparve la denominazione definitiva di Fossacesia.

    Negli ultimi decenni la Marina di Fossacesia è diventata una frequentata stazione balneare (Bandiera Blu) della Costa dei Trabocchi (le antiche macchine da pesca su palafitta).

Giorgio Mendicini
Abruzzo Travel and Food

Crediti fotografici Abruzzo Travel and Food (eccetto la foto della marina di Fossacesia, fonte web)

Bandiere Blu, spiagge d'Abruzzo: qui Fossacesia

Come arrivare a Fossacesia

Print Friendly, PDF & Email