Uno dei 'luoghi dello spirito' da non perdere sulla Maiella

Eremo di San Bartolomeo in Legio

L’eremo di San Bartolomeo in Legio è uno di quei luoghi della spiritualità da non perdere. Si trova in Abruzzo, nel territorio di Roccamorice, sulla Maiella, in provincia di Pescara. Si raggiunge con un’escursione che può cominciare da più luoghi.

E’ un posto davvero spettacolare sia per la posizione dell’eremo, incastonato nella roccia e sospeso a picco, sia per la vista verso il vallone di Santo Spirito.

L’eremo di San Bartolomeo in Legio venne fatto costruire nel corso del Duecento, su un precedente insediamento, dall’eremita Pietro da Morrone, che divenne nel 1294 papa Celestino V. Si tratta anche di uno degli eremi dove dimorò lo stesso pontefice del ‘gran rifiuto’.

IL VIDEO DELL’ESCURSIONE ALL’EREMO DI SAN BARTOLOMEO

L'itinerario da Roccamorice

Questa escursione all’eremo di San Bartolomeo non è particolarmente impegnativa ma il sentiero presenta punti scoscesi e diversi tratti esposti. Per questo, se avete bambini o ragazzi, dovrete fare molta attenzione. Il parapetto della scala e il “balcone” di roccia che portano all’eremo sono molto bassi, come potete vedere nel nostro video. Detto questo, l’escursione è adatta anche a famiglie.

Questo itinerario dura circa 35 minuti (all’andata, altrettanti al ritorno) e comincia poco oltre il borgo di Roccamorice, un paese della Maiella a circa 500 metri di altitudine. Giunti a Roccamorice, seguire in auto le indicazioni stradali e parcheggiare nei pressi di un ristorante segnalato.

Da lì comincia l’escursione su un sentiero tracciato e segnato con segnaletica standard in legno bianca e rossa. Il percorso si presenta dapprima leggermente in discesa, per arrivare ad un tratto più pianeggiante dove non finisce mai di stupire la biodiversità del territorio della Maiella. Si attraversa un bosco di querce, poi arbusti, felci, ginestre, rosa canina, erbe selvatiche e, in primavera, svariati altri fiori.

Più avanti il sentiero diventa più scosceso. A metà strada circa si esce, quasi in un canyon, sul vallone di Santo Spirito. Qui, sempre seguendo la segnaletica per l’eremo di San Bartolomeo in Legio, si percorre un sentiero – esposto sul alto destro – ma con una magnifica vista.

Dopo pochi minuti di cammino si arriva all’eremo. Attraverso una breve ma ripida scala in pietra scavata nella roccia (da scendere e salire con attenzione) si giunge sulla ‘terrazza’ letteralmente scolpita nella roccia. E’ la famosa ‘galleria’ visibile in tante foto e tanti video dell’eremo di San Bartolomeo.

Qui un paio di panchine permetteranno di raccogliersi in preghiera, di meditare, in ogni caso di godere del panorama e dei suoni della natura che qui sono dominanti. Il ruscello che sentirete scorrere si trova in fondo al vallone di Santo Spirito ed è raggiungibile attraverso le scale dalla terrazza dell’eremo.

Non ci resta difficile sperimentare di persona perché l’eremo di San Barolomeo in Legio a Roccamorice è tuttora un luogo dello spirito.

La chiesetta in fondo alla galleria – che  lunga poche decine di metri – è uno dei tre locali dell’eremo. All’interno la statua di San Bartolomeo e un altare del Cinquecento. Una piccola finestra si affaccia sui boschi verdissimi della valle.

Enrica Di Battista

Dove si trova l'eremo di San Bartolomeo in Legio

Print Friendly, PDF & Email