Facile, veloce e anche colorata!

Frittata di patate viola, la ricetta
Una frittata di patate viola alle erbe aromatiche

Come cucinare la patate viola? Un tubero dal colore fiabesco e dalle proprietà nutrizionali eccellenti. Esse si prestano a svariate ricette: zuppe e vellutate, gnocchi, tortini. Sono ottime patate fritte, tagliate a chips con la buccia. Sono ormai apprezzate anche nelle ricette dagli chef. Adesso le trovate appena raccolte.

Vi sono vari tipi di patate viola: le patate vitelotte dette anche patate nere, le patate violette (buccia viola e polpa gialla), la patata turchesa, la patata blu. La patate turchesa inoltre è un Presidio Slow Food e rientra tra i PAT (Prodotti agricoli tradizionali). Il colore viola è una spia che ci indica l’alto valore nutritivo di questi tuberi: sono infatti ricchi di antociani, che sono sostanze antiossidanti e antitumorali.

Vediamo come cucinare le patate viola. In questo caso abbiamo fatto un piatto salvacena: una frittata di patate viola alle erbe aromatiche.

Patate viola e patata violetta
Un cesto di patate viola e patata violetta

Ingredienti per 4 persone

4 patate viola
1 uovo intero
100 grammi di caciocavallo (in alternativa sta bene anche la mozzarella)
1 spicchio di aglio rosso vestito e schiacciato
1 rametto di rosmarino fresco (o altra erba aromatica fresca, come timo o santoreggia)
olio extravergine di oliva q.b.
un pizzico di sale e pepe
pangrattato (facoltativo)

Preparazione

Lavate bene le patate e poi lessatele senza sbucciarle in abbondante acqua. Saranno cotte al punto giusto quando una forchetta inserita all’interno della patata uscirà senza fatica. Sbucciate le patate viola ancora calde e schiacciatele con la forchetta fino ad ottenere una purea. Aggiungete sale e pepe, un uovo intero, il caciocavallo grattato grossolanamente o a piccoli pezzetti, un cucchiaio abbondante di olio. Lavorare bene fino ad amalgamare gli ingredienti senza avere grumi di patate.

Nel frattempo mettete un giro d’olio in una padella antiaderente con lo spicchio d’aglio vestito e schiacciato, il rormarino o le erbe aromatiche che avete.

Una fetta di frittata di patate viola
Il colore violetto delle patate dona magia a questa frittata

Lasciate qualche minuto la padella sul fuoco basso, così che soffriggendo l’olio assorba gli aromi, poi togliete aglio e erbette dal soffritto. Con un cucchiaio di legno componete la frittata di patate nella padella e cuocete alcuni minuti da un lato e poi dall’altro, rigirando come una normale frittata. Alla fine cospargere di pangrattato. Servire la frittata di patate viola caldissima.

E’ ottima, ad esempio, da accompagnare ad un formaggio fresco con un buon bicchiere di vino bianco, ovviamente abruzzese!

Enrica Di Battista

LEGGI ANCHE LE ALTRE RICETTE

Print Friendly, PDF & Email