UN EVENTO ECCEZIONALE NEL PARCO D'ABRUZZO

Abruzzo, mamma orsa con 4 cuccioli

Mamma orsa a spasso con quattro cuccioli in Abruzzo: la famigliola è stata fotografata nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise da due guardiaparco che non credevano ai loro occhi. Ed è stato talmente grande lo stupore che, anche a distanza di ore, hanno faticato a raccontarlo.

Da quanto risulta negli annali, è la prima volta che si osserva un’orsa con 4 cuccioli nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Ovviamente ora la sfida è quella di assicurare un futuro ai cuccioli di questa fantastica mamma orso, uno dei quali sembra un po’ più piccolo, com’è normale nei parti plurigemellari.

“Questo evento, sicuramente eccezionale – dichiara il direttore del Parco  Luciano Sammarone – è la testimonianza migliore che il territorio del Pnalm ha tutto ciò che serve per supportare la vitalità della popolazione di orso bruno marsicano. Conferma quanto sia importante la ricerca scientifica. La sfida per la conservazione di questa specie unica si gioca fuori dai confini del Parco, dove purtroppo i pericoli, soprattutto di origine antropica, sono ancora troppi e richiedono uno sforzo coordinato tra istituzioni e operatori economici”.

Nel 2019 sono stati registrati 20 nuovi nati, di cui 16 nel Pnalm e 4 fuori

Grazie al lavoro degli ultimi anni è stato possibile osservare come alcuni esemplari abbiano colonizzato abbastanza stabilmente aree esterne: Valle Roveto, Riserva regionale del Monte Genzana e Parco nazionale della Majella. Senza contare quelli che si spingono oltre l’area di presenza stabile come l’esemplare avvistato qualche settimana fa nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

“Questa è la notizia più bella – commenta il presidente del Pnalm Giovanni Cannata – nel giorno che ha celebrato la Giornata Europea dei Parchi. Ricordiamo quanto sia importante fare rete e promuovere iniziative organiche di tutela degli habitat e delle specie minacciate; ma anche di sviluppo sostenibile, utile a promuovere l’economia delle aree protette”.

Parco nazionale d’Abruzzo: stabile la popolazione dei camosci

Print Friendly, PDF & Email